|  

martedì 11 luglio 2017

Windows 10: Ubuntu fa il suo debutto nel Windows Store.


A quanto pare Windows 10 è sempre più open source e, come aveva annunciato Microsoft durante la Build 2017, (ossia la sua conferenza dedicata agli sviluppatori), in questi giorni Ubuntu ha ufficialmente fatto il suo debutto all'interno del Windows Store. In pratica questo sistema operativo, (come anche SUSE Linux e Fedora, le altre due distribuzioni di casa Linux già disponibili sul Windows Store da un paio di settimane), si esegue in una sandbox accanto a Windows 10 ed offre le piene funzionalità della distribuzione, come se si trattasse di una vera e propria installazione indipendente, con l'aggiunta dell'accesso condiviso a file e hardware del Pc; anche se non vi è la classica interfaccia grafica ma solamente la possibilità di utilizzare le risorse di Ubuntu da riga di comando. Insomma, in realtà non si parla di sistemi operativi completi in ogni loro parte quanto piuttosto della shell tramite cui è possibile utilizzare GNU Bash, Git, i sistemi di gestione dei pacchetti di applicazioni, le connessioni ai server SSH ed altro ancora. Ad ogni modo per poter installare Ubuntu, gli utenti dovranno accedere al Pannello di controllo e selezionare la voce "Attiva o disattiva le funzionalità di Windows", (all'interno del menù "Programmi"), e quindi spuntare la voce "Sottosistema di Windows per Linux", (nota anche con la sigla WLS: qualora non venisse visualizzata bisognerebbe attivare la "Modalità Sviluppatore" dal menù "Aggiornamenti e Sicurezza"), che permetterà alla nota distribuzione Linux in questione di lavorare dopo l'installazione automatica dei file necessari ed un riavvio. Inoltre, per poter usufruire delle potenzialità di Ubuntu, gli utenti dovranno disporre di Windows 10 Fall Creators Update e quindi per il momento il sistema operativo può essere scaricato ed utilizzato solamente dagli utenti che fanno parte del programma Windows Insider, ossia quelli stanno già testando le ultime novità in arrivo per Windows 10: tutti gli altri utenti dovranno attendere il rilascio del suddetto grande aggiornamento, previsto per il mese di Settembre. Tra l'altro l'arrivo di Ubuntu renderà sicuramente felici gli sviluppatori che, secondo quanto spiegato da Microsoft, usufruire di vantaggi importanti, in particolare di procedure di download più veloci e affidabili, (basate sull'uso di blocchi di dati), oppure la possibilità poter sfruttare le risorse di Linux per sviluppare i loro progetti senza mai dover lasciare Windows 10, che in questo modo diventerà ancora più flessibile anche in ambito produttività.Comunque sia per quanto riguarda i requisiti indispensabili all'installazione dell'applicazione di Ubuntu, (oltre all'installazione della suddetta funzionalità WLS), sarà necessario disporre, infine, di una versione di Windows 10 a 64-bit.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts