|  

lunedì 29 febbraio 2016

Venetoclax, il "farmaco orfano" per trattare la leucemia.


Si chiama Venetoclax e si tratta di un nuovo promettente farmaco per il trattamento della leucemia mieloide acuta, (malattia tumorale del sangue e del midollo osseo a carattere rapidamente progressivo conosciuta anche con la sigla LMA o AML), sviluppato dall'azienda biofarmaceutica AbbVie, la quale di recente ha annunciato che l'Agenzia Europea Dei Medicinali, (nota anche con la sigla EMA), ne ha concesso la designazione di un cosiddetto "farmaco orfano": una terapia sperimentale orale che agisce inibendo la B-cell Lymphoma-2, (proteina nota anche con la sigla Bcl-2). In pratica l'AML rappresenta il tipo più comune di leucemia acuta negli adulti, generalmente colpisce la fascia di età più avanzata della popolazione ed è poco comune nelle persone di età inferiore ai 45 anni: l'età media delle persone che ne sono affette è pari a 67 anni con un'incidenza annuale stimata tra 1 su 33.000 ed 1 su 25.000 abitanti. Tra l'altro la caratteristica principale di questa malattia è l'eccessiva produzione di un tipo specifico di globuli bianchi, (ovvero i mieloblasti), i quali proliferando provocano un deficit delle cellule sane del sangue. Mentre, generalmente, la designazione di un "farmaco orfano" viene concessa alle terapie che intendono trattare, prevenire o diagnosticare patologie potenzialmente fatali che nell'Unione Europea colpiscono non più di 5 persone su 10.000 abitanti e per le quali non sono disponibili terapie adeguate, offrendo un beneficio significativo a coloro che soffrono della patologia. Al riguardo Michael Severino, vice-presidente esecutivo di ricerca e sviluppo, nonché direttore scientifico di AbbVie, ha spiegato: "I progressi terapeutici per i pazienti con AML di età superiore ai 60 anni, ovvero la fascia di popolazione che viene più spesso colpita da questa neoplasia aggressiva e potenzialmente fatale, sono stati finora molto pochi. Queste designazioni ottenute da Venetoclax non solo mettono in risalto il fatto che sussistono ancora esigenze non soddisfatte per i pazienti affetti da AML, ma servono anche a rafforzare sia il nostro obiettivo di vincere la battaglia contro le malattie tumorali che il nostro impegno a raggiungere progressi scientifici in oncologia". Mentre Umberto di Luzio Paparatti, direttore medico di AbbVie in Italia, ha sottolineato: "La nostra ricerca in ematologia ed oncologia è rivolta alla scoperta ed allo sviluppo di terapie mirate alla lotta contro i processi vitali dei tumori. La nostra pipeline in queste aree terapeutiche include diverse nuove molecole in fase di studio per più di 15 diversi tipi di tumore, tra cui alcuni dei più diffusi e difficili da trattare, quali il mieloma multiplo, la leucemia linfatica cronica, (in ematologia), ed il glioblastoma, il tumore del polmone ed il tumore della mammella, (in oncologia)". Ad ogni modo, sempre di recente, la Food and Drug Administration, (conosciuta anche con la sigla FDA), ha concesso al Venetoclax sia la designazione di terapia altamente innovativa che di "farmaco orfano" per il trattamento dei pazienti affetti da AML. Come se non bastasse la stessa EMA ha validato la richiesta di Autorizzazione all'Immissione in Commercio, (o AIC), per il Venetoclax nel trattamento dei pazienti affetti da leucemia linfatica cronica, (nota anche con la sigla LLC), con delezione del cromosoma 17p o con mutazione TP53; mentre l'agenzia canadese Health Canada ha accettato la sottomissione del dossier per nuovo prodotto medicinale per il trattamento di pazienti con LLC che hanno ricevuto almeno una terapia precedente, compresi pazienti con delezione del cromosoma 17p. Comunque sia, come già anticipato, il composto sperimentale orale Venetoclax è un inibitore selettivo della proteina Bcl-2, (che viene sovra-espressa in presenza di alcune malattie tumorali ed impedisce l'apoptosi di alcune cellule, fra cui i linfociti), attualmente oggetto di sperimentazione di Fase III per il trattamento di LLC recidivante/refrattaria, (oltre che per il trattamento di diversi altri tipi di malattia tumorale), e viene sviluppato in collaborazione con Genentech e Roche; anche se il suo profilo di sicurezza ed efficacia per il momento non è stato ancora valutato dall'EMA o, infine, dalle altre autorità sanitarie.


domenica 28 febbraio 2016

WhatsApp: A fine 2016 terminerà il supporto a Blackberry ed altri sistemi operativi mobili.


A quanto pare per WhatsApp, (che tra l'altro ha da poco compiuto 7 anni), è arrivato il momento di lasciarsi il passato alle spalle, in quanto in questi giorni ha annunciato che a partire dalla fine di quest'anno interromperà il supporto agli smartphone con i sistemi operativi mobili più obsoleti e meno utilizzati: nella lista compaiono gli ormai superati Windows Phone 7.1, tutte le edizioni 2.1 e 2.2 di Android, gli S40 ed S60 progettati da Nokia e perfino BlackBerry nella sua più recente versione, (ossia la 10). In pratica l'applicazione di messaggistica istantanea di recente è riuscita ad arrivare ad un miliardo di utenti attivi al mese anche grazie al fatto che potesse essere utilizzata su telefoni smart e meno smart: dai costosi iPhone di ultima generazione ai più vecchi o economici apparecchi rimasti fermi al tastierino numerico ed al micro display. Tuttavia adesso i tempi pare siano cambiati e, stando a quanto comunicato dagli stessi responsabili di WhatsApp, la decisione di "staccare la spina" alle versioni per i sistemi operativi minori rifletterebbe i cambiamenti avvenuti nel panorama smartphone nel corso di questi primi 7 anni di vita della piattaforma. Difatti quando tutto ebbe inizio, nel 2009, la distribuzione dei sistemi operativi era molto diversa da quella di oggi: Android, iOS e Windows Phone, (ovvero i tre principali contendenti che assieme si spartiscono il 99,5% dell'attuale mercato), allora risultavano essere installati su appena un quarto degli smartphone supportati da WhatsApp, (per la precisione in meno del 25%). Quindi non è da escludere che, diminuendo il numero di versioni diverse dell'applicazione da mantenere in vita, i responsabili sperino di velocizzare il processo di sviluppo e l'introduzione di nuove funzionalità che sui telefoni più vecchi non sarebbero neppure trasportabili. Non a caso sul post ufficiale pubblicato sul blog dell'applicazione si può leggere: «Se guardiamo avanti ai nostri prossimi 7 anni, vogliamo concentrare i nostri sforzi sulle piattaforme mobili che la stragrande maggioranza delle persone utilizza». Mentre per quanto riguarda la decisione di dire addio ai suddetti sistemi operativi mobili, i responsabili di WhatsApp hanno, infine, spiegato: «È stata una decisione difficile da prendere per noi, ma è quella giusta al fine di dare alla gente modi migliori per tenersi in contatto con amici, familiari e persone care con WhatsApp».


sabato 27 febbraio 2016

Scoperto che il teletrasporto potrebbe far "oscillare" il cervello.


La possibilità di poter usufruire del teletrasporto è parecchio lontana, (sempre ammesso che gli studiosi riescano nell'intento), ma nel frattempo c'è già chi ha deciso di studiare gli eventuali effetti che questo potrebbe avere sul cervello umano. Tra questi c'è Arne Ekstrom, dell'Universita' della California, Davis che di recente ha condotto un esperimento, pubblicato sulla rivista Neuron, nel quale ha "teletrasportato" un gruppo di volontari da un luogo ad un altro attraverso ambienti virtuali ricostruiti al computer, scoprendo che il loro cervello aveva iniziato ad "oscillare". In sostanza da qualche tempo si è scoperto che quando i topi cercano di orientarsi in spazi nuovi, (ad esempio, all'interno di labirinti), il loro cervello produce delle particolari "oscillazioni" ritmiche; lo stesso fenomeno che avviene anche nell'uomo a causa dell'attività elettrica originata in una delle regioni più interne del cervello: l'ippocampo. E per capire se queste "oscillazioni" siano innescate da stimoli esterni oppure siano invece una sorta di "orologio interno" per sincronizzare i neuroni impegnati nei processi di apprendimento, i ricercatori californiani hanno pensato, appunto, di condurre un esperimento di teletrasporto. In pratica per far ciò, sono stati selezionati 3 volontari ai quali erano stati impiantati degli elettrodi in modo da registrare l'attività cerebrale mentre esploravano uno scenario virtuale a loro familiare. Successivamente i volontari sono stati "teletrasportati" in punti diversi dello scenario, saltando attraverso una schermata completamente nera la cui durata era casuale. Ad ogni modo i dati raccolti hanno dimostrato che durante le fasi di teletrasporto le suddette "oscillazioni" non si interrompevano, ma i ritmi cambiavano a seconda della distanza percorsa durante il teletrasporto. Il che, secondo i ricercatori, dimostrerebbe, infine, che a guidare le oscillazioni in questione sarebbero i processi di memoria e di apprendimento, e non le stimolazioni esterne, come molti ritenevano finora.


Di seguito un breve video del suddetto esperimento:




venerdì 26 febbraio 2016

YouTube annuncia il "Custom Blurring tool", lo strumento per sfocare volti ed oggetti nei video.


In questi giorni Google ha annunciato l'arrivo del Custom Blurring tool, vale a dire un nuovo strumento che permette di nascondere l'identità delle persone presenti nei video pubblicati su YouTube. Tecnicamente si tratta di un miglioramento della funzionalità disponibile già dal 2012, in quanto è possibile sfocare non solo i volti, ma anche qualsiasi altra parte del video che magari l'utente ha dimenticato di modificare prima di pubblicarlo in Rete; difatti per proteggere la privacy dei soggetti inquadrati è disponibile da circa 4 anni l'opzione per la sfocatura automatica dei volti. Tuttavia in alcune circostanze, (ad esempio, a causa della scarsa illuminazione, di ostruzioni o della bassa qualità del video), la tecnologia messa a disposizione da Google non consente di ottenere il risultato sperato; mentre in altri casi l'utente desidera oscurare solo il volto di poche persone oppure nascondere una targa, un indirizzo o un numero di telefono. Per questi motivi, invece di eliminare il video da YouTube, modificarlo e poi ricaricarlo, i responsabili della piattaforma hanno deciso di mettere a disposizione, appunto, il Custom Blurring tool, il cui utilizzo è molto semplice ed intuitivo e richiede l'esecuzione di pochi passi. In sostanza questo strumento, che nel giro di pochi giorni sarà presente per tutti nella scheda "Effetti di sfocatura" della sezione "Miglioramenti", consente di disegnare un riquadro sulla parte che si vuole sfocare, modificare la sua dimensione e spostarla con il mouse; per farla breve l'utente deve semplicemente scegliere l'oggetto o il volto da sfocare, disegnarci sopra un quadrato o un rettangolo, (a seconda dei casi), e poi scegliere il punto iniziale e finale nel video in cui far apparire tale sfocatura. Inoltre la tecnologia di casa Google funziona sia per gli oggetti statici, (per i quali è disponibile l'opzione Blocca), sia per oggetti in movimento; anche se è sempre possibile verificare il risultato finale prima della pubblicazione. Comunque sia al termine delle operazioni di editing, l'utente può decidere di salvare il video direttamente, (in tal caso YouTube conserverà la versione originale), oppure, come consigliato da molti, salvare una nuova copia ed eliminare, infine, il video originale.

Di seguito alcuni esempi della suddetta nuova funzione:
http://o.aolcdn.com/hss/storage/midas/d181a6eb2c82249bc2113b7547c6000/203457722/ezgif.com-optimize.gif
https://media.giphy.com/media/xT9DPtjjeT3xjxSImY/giphy.gif
...ed un video che spiega come usarla:




giovedì 25 febbraio 2016

PER3, il gene responsabile dei disturbi del sonno e della depressione stagionale.


Che tra sonno ed umore ci fosse un legame ben stretto era noto da tempo, ma quale fosse la "chimica" dietro questa relazione era in parte ancora ignoto; o almeno così era finora in quanto un recente studio condotto da alcuni ricercatori dell'Università della California, San Francisco e pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, (nato anche con la sigla PNAS), sembra aver individuato, appunto, un legame molecolare tra i disturbi del sonno e le alterazioni dello stato d'animo, (soprattutto la depressione stagionale, la quale colpisce nella maggior parte dei casi in inverno, quando ci sono poche ore di luce). In pratica per arrivare a tale risultato i ricercatori californiani sono partiti da alcune evidenze cliniche: accusano disturbi del sonno coloro che sono affetti da depressione e manie, ma anche chi soffre di disordine affettivo stagionale, (noto anche con la sigla SAD), i quali risentono delle alterazioni della luce che a sua volta modifica i ritmi circadiani. Ad ogni modo per capire come sonno, umore e ritmi circadiani siano collegati tra loro, i ricercatori hanno studiato il DNA di una famiglia affetta da disturbi del sonno e dell'umore, incluse la SAD e la sindrome da fase del sonno anticipata, vale a dire una condizione che spinge a svegliarsi, (circa alle 4:30 del mattino), e ad andare a dormire molto presto, (non oltre le 7:30 di sera). Ed è stato così facendo che, dopo un'accurata ricerca, il team ha trovato due rare varianti a carico del gene PERIOD3, (conosciuto anche con la sigla PER3), nei soggetti che soffrivano sia di SAD, sia di risvegli ed addormentamenti precoci. Inoltre, considerando che questa mutazione sembrava influire sia sull'umore, sia sui ritmi del sonno, i ricercatori californiani hanno deciso di proseguire nelle indagini creando topi geneticamente modificati per esprimere le stesse varianti: gli animali non solo hanno mostrato ritmi sonno veglia alterati, ma hanno anche dato cenni di depressione, (reagivano meno agli stimoli), e mostrato livelli inferiori di PER2, ossia una proteina che regola i ritmi circadiani. Al riguardo gli scienziati hanno commentato: "I nostri risultati indicano che il gene PER3 potrebbe servire ad adattarsi meglio ai cambi di stagione". In altre parole questo gene potrebbe giocare un ruolo chiave nella regolazione dell'orologio biologico ed allo stesso tempo influenzare l'umore. Non a caso i suddetti topi con un PER3 non funzionante hanno mostrato gravi sintomi di depressione stagionale nel momento in cui veniva alterata l'illuminazione del laboratorio. Comunque sia, tenendo conto che le due varianti individuate sono presenti soltanto nell'1% della popolazione e che invece le persone che soffrono di SAD rappresentano una percentuale che va dal 2% al 9%, quanto scoperto non è sufficiente a spiegare il disturbo in questione; anche se averle individuate servirà, ad esempio, a creare farmaci mirati per combattere questo invalidante problema. In tal proposito Louis Ptáček, principale autore dello studio ha, infine, spiegato: "Quello scoperto è il primo difetto genetico direttamente legato ai disturbi depressivi stagionali, ed il primo chiaro segno dell'esistenza di un meccanismo che potrebbe legare il sonno ai disturbi dell'umore".


Anonymous Italia e LulzSec Italia attaccano Angelino Alfano e l'NCD in sostegno della "Stepchild Adoption".


Continua l'ondata di attacchi messi in atto in questi giorni dalle divisioni italiane della legione Anonymous e del gruppo LulzSec, le quali, come promesso, dopo aver messo fuori gioco il Senato, il Partito Democratico ed il Parlamento in sostegno della "Stepchild Adoption", quest'oggi sono tornate in azione prendendo di mira ed effettuando un cosiddetto "TangoDown" contro il sito del Nuovo Centrodestra, (noto anche con la sigla NCD), e contro quello di Angelino Alfano per appoggiare ancora una volta il suddetto istituto giuridico proposto nel DDL Cirinnà e che, come prevedibile, è stato stralciato durante la votazione al Senato. Ovviamente, come di consueto gli hacker hanno rivendicato tali attacchi in un brevissimo comunicato pubblicato sul loro blog ufficiale, nel quale, (citando l'infelice frase con cui se n'è uscito il Ministro, che commentando la decisione del Senato ha detto: "Abbiamo impedito una rivoluzione contronatura ed antropologica"), hanno, infine, scritto: «Salve Alfano, Noi siamo Anonymous & LulzSec. Siamo costretti nuovamente a perdere tempo per te e le tue stronzate. Le tue frasi propagandistiche sono sempre più simili a quelle fasciste, e gli scandali giudiziari del tuo partito sempre più rivolti ad associazioni mafiose. Da solo tu rappresenti due mali storici in Europa ed in Italia. Non smetti mai di stupirci. Le tue ultime frasi non posso essere ammissibili in una società civile e sufficientemente evoluta. Per tale riteniamo doveroso far sentire il nostro disprezzo per la tua persona ed il tuo partito».


mercoledì 24 febbraio 2016

METALLICA: Nominati ambasciatori del Record Store Day 2016.


Quest'anno i Metallica, (oltre a pubblicare le ristampe in edizione deluxe e rimasterizzate degli album "Kill 'Em All" e "Ride The Lightning"), sono stati nominati ambasciatori del Record Store Day, ovvero la giornata annuale dedicata ai negozi di musica indipendente di tutto il mondo, che è prevista per il 16 Aprile 2016. E sarà proprio per quest'evento che la band ha deciso di pubblicare "Liberté, Egalité, Fraternité, Metallica! – Live at Le Bataclan, Paris, France – June 11th, 2003": un album live che sarà reso disponibile esclusivamente su CD alla vendita al dettaglio indipendente e su Metallica.com e che conterrà 9 traccie registrate durante un concerto del 2003 nel locale parigino in cui lo scorso 13 Novembre ha avuto luogo il tragico attentato terroristico che ha portato alla morte di decine e decine di persone, (93 per essere precisi). Inoltre l'audio delle suddette traccie è stato appositamente rimasterizzato e tutti i proventi ricavati delle vendite di quest'album, (e di tutti gli altri che saranno pubblicati in occasione del Record Store Day), verranno donati in beneficenza alle famiglie delle vittime del suddetto attentato tramite a campagna Give For France. Al riguardo nel comunicato ufficiale rilasciato dalla band si può leggere: «Abbiamo avuto l'emozione di dare il via il primo Record Store Day, incontrando molti di voi nel negozio Rasputin Music di Mountain View nel mese di Aprile del 2008. Otto anni dopo, con molti Record Store Days di successo, siamo umilmente onorati di annunciare che siamo gli ambasciatori ufficiali del Record Store Day 2016! Quest'anno il 16 Aprile uniremo le forze con oltre 1.400 negozi di dischi indipendenti negli Stati Uniti per celebrare i negozi di musica nel nostro quartiere preferito». Ed ancora: «I negozi di dischi sono dove la nostra educazione musicale è iniziata e successivamente si è nutrita e formata, giocando un ruolo enorme nel chi siamo come i musicisti oggi. Fin da quando questo giorno speciale è stato lanciato nel 2008 con dieci versioni esclusive, la festa si è diffusa in tutto il mondo e quest'anno si è ampliata per quasi 350 offerte uniche tra una vasta gamma di artisti. È importante per noi sostenere questa causa ed incoraggiare gli appassionati di musica in tutto il mondo a vivere l'emozionante, stimolante, nostalgico viaggio attraverso il mondo dei negozi di musica che abbiamo avuto la fortuna di esplorare nei nostri anni di formazione». Mentre il batterista Lars Ulrich, nel suo lungo discorso da ambasciatore, ha dichiarato: "Considerando che ad oggi la musica è disponibile solo attraverso internet o negozi al dettaglio giganteschi come aeroporti, è più importante che mai, (anzi direi vitale), che tutti noi fanatici continuiamo a portare alla luce l'importanza dei dischi, e di sostenere al massimo delle nostre capacità l'outlet dei negozi di dischi indipendenti. La buona notizia è, ovviamente, che il vinile sta facendo un ritorno misurabile. Ma questo non è sufficiente per farci riposare sugli allori. Dobbiamo legarci continuamente tutti insieme ed urlare da ogni tetto con le nostre voci più forti, illuminare i nostri figli, tenere alta la bandiera, e battere il tamburo! Al meglio delle nostre capacità. Per la musica. Per il vinile. Per i negozi di dischi indipendenti. Per persone come voi e me che vivono e respirano musica ventiquattro ore al giorno".

Di seguito la tracklist del suddetto album live:

1. The Four Horsemen
2. Leper Messiah
3. No Remorse
4. Fade to Black
5. Frantic
6. Ride the Lightning
7. Blackened
8. Seek & Destroy
9. Damage, Inc.


Ed il video di annuncio:



Anonymous Italia e LulzSec Italia attaccano il PD ed il Parlamento a sostegno della "Stepchild Adoption".


Dopo la lunga sfilza di attacchi messi in atto in questi giorni, (tra cui quello al Senato della Repubblica come sostegno alla "Stepchild Adoption"), le divisioni italiane della legione Anonymous e del gruppo LulzSec sono tornati in azione prendendo di mira ed effettuando un cosiddetto "TangoDown" contro il Partito Democratico e contro il Parlamento Italiano per ribadire il loro sostegno al suddetto istituto giuridico proposto nel DDL Cirinnà e che molto probabilmente sarà stralciato durante la votazione finale, in quanto considerato da molti "inammissibile". Naturalmente, come al solito, gli hacker hanno rivendicato questi attacchi attraverso 2 brevi comunicati pubblicati sul loro blog ufficiale, nel primo dei quali, (stranamente scomparso dal blog, ma ancora visibile in versione cache), si può leggere: «Noi siamo Anonymous & LulzSec. La vostra incoerenza e la vostra mancanza di fermezza, sta rendendo imbarazzante anche dedicare a voi attenzioni o in modo generale alla politica italiana. Ancora una volta non sapete fare niente di concreto, ma solo inutili parole al vento per accrescere i consensi nei sondaggi. Ma quando non vi servono vi mostrate per quello che siete realmente, solo persone con l'interesse alla loro inutile poltrona vecchia e polverosa dentro un palazzo che ha solo valore storico e niente più. Oggi ci rivolgiamo a voi ma domani anche con gli altri partiti perché siete tutti incoerenti e per usare un linguaggio dell'intranet: troll; con quello che dite fate soffrire generazioni nuove e rendete ridicolo il Paese davanti al resto del mondo, soprattutto per il disprezzo alla libertà della vita, la libertà di un bambino di poter vivere in una famiglia felice e non vivere in una casa dove moglie e marito litigano ogni ora del giorno, divorziano o sono costretti a lasciare il bambino ad altri. Le nostre conclusioni: siete pasta della vecchia politica italiana, corrotta, monetaria e serva della Chiesa Cattolica. Questo è semplicemente il primo di una lunga lista. Aspettateci!». Mentre nel secondo comunicato, (ossia quello relativo all'attacco al Parlamento), gli hacker hanno, infine, scritto: «Noi siamo Anonymous & LulzSec. Anche questa volta avete pensato bene di distruggere le speranze di milioni di vostri elettori. Avete perso un'altra occasione di fare una semplice e buona azione. Il vostro unico interesse è quella vecchia poltrona dentro un palazzo che ha solo valore storico. Fate discorsi di giustizia sociale solo quando dovete accrescere il vostro consenso elettorale e sondaggistico, ma nel momento in cui non vi serve più vi mostrate per quello che siete realmente. Ci limitiamo solo a fare una chiara ed ovvia conclusione: siete pasta della vecchia politica italiana, corrotta, monetaria e serva della Chiesa Cattolica. Create leggi che dopo ritirate o alterate, e togliete diritti. Questa è libertà a vivere? Questa è società civile? Semplicemente Vergognoso».


martedì 23 febbraio 2016

Fear the Walking Dead: In Italia su Paramount Channel.


A partire dal prossimo 27 Febbraio in Italia sul canale 27 del digitale terrestre, (al posto di Sky TG24, che si sposterà sul canale 50, prendendo il posto di La EFFE, il quale a sua volta si trasferirà sul satellite, occupando il canale 139 di Sky; in alcuni casi questo cambiamento è già avvenuto da tempo), debutterà un nuovo canale che tecnicamente sarà la versione italiana di Paramount Channel, il quale promette di mandare in onda in chiaro ed in prima visione diversi film, (come After Earth e Transformers 4: L'era dell'estinzione), e serie Tv. Tra quest'ultime ci sarà anche la tanto attesa Fear the Walking Dead, lo spin-off prequel di The Walking Dead, (quest'ultima arrivata al 10° episodio della 6ª stagione, in onda in Italia ieri su FOX, canale 112 di Sky), la quale sarebbe dovuta andare in onda già la scorsa estate in contemporanea con gli Stati Uniti su Horror Channel, (oscurato a causa del mancato rinnovo del contratto con Sky). Ad ogni modo l'episodio pilota della prima stagione, (ancora inedita in Italia, composta da 6 episodi ed andata in onda negli Stati Uniti dal 23 Agosto al 4 Ottobre 2015 con un buon riscontro di pubblico), sarà trasmesso, appunto, su Paramount Channel proprio il 27 Febbraio in anteprima assoluta in seconda serata a partire dalle 23.10. Successivamente l'episodio pilota e tutti gli altri episodi andranno in onda ogni Giovedì alle 21.10 a partire dal 17 Marzo con un doppio episodio; anche se va detto che per il momento non è ben chiaro se si tratterà di episodi appositamente doppiati in lingua italiana oppure se saranno trasmessi in lingua originale con i sottotitoli in italiano. Comunque sia nel frattempo negli USA a partire dal 10 Aprile farà il suo debutto la 2ª stagione che sarà composta da 15 episodi.


Anonymous Italia e LulzSec Italia attaccano la Regione Basilicata contro le trivellazioni.


Dopo aver attaccato il Comune di Livorno, il Comune di Padova, l'ANPS, l'UIL Polizia, il SIAPOL, il MIT ed il CSLP, al grido di #OpHomes contro gli sfratti e gli alloggi sfitti, aver cancellato il database della Regione Puglia, al grido di #OperationGreenRights, contro la realizzazione del Gasdotto Trans-Adriatico, (noto anche con la sigla TAP), ed aver attaccato il Senato della Repubblica come sostegno alla "Stepchild Adoption", le divisioni italiane della legione Anonymous e del gruppo LulzSec sono tornate in azione ancora una volta al grido di #OperationGreenRights, prendendo di mira ed effettuando un cosiddetto "TangoDown" contro il sito della Regione Basilicata per mostrate il loro disaccordo con le trivelle e le trivellazioni. Al riguardo nel breve comunicato pubblicato, come di consueto, sul blog ufficiale di Anonymous Italia gli hacker hanno scritto: «Salve Governanti della Regione Basilicata, Noi siamo Anonymous & LulzSec. Usare parole per descrivere i maggiori e più gravi disastri che create all'ambiente ed alla salute di milioni di cittadini è sempre difficile ed inutile. Questa volta ci limitiamo a CONDANNARVI per violazione della Costituzione in materia di tutela ambientale e della salute:

Art. 9: "La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio ed il patrimonio artistico della Nazione".

Art. 32: "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo ed interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana".

 Avete distrutto un'area come quella della Val d'Agri solo per la vostra interminabile sete di guadagno. In un'epoca dove il mondo si sposta sull'ecosostenibile, l'Italia torna al 1900 con il petrolio, e questo è intollerabile». Ed hanno, infine, concluso tale comunicato pubblicando alcune immagini dei disastri causati dalle suddette trivellazioni, (visibili di seguito):

https://1.bp.blogspot.com/-1URI5Chy6CA/VsvtGS0hNfI/AAAAAAAAADE/6OBRF2ELqus/s1600/Cb1VBlYW8AQy8Mm.jpg
https://4.bp.blogspot.com/-sloP3h1b3oU/VsvtK3mN6LI/AAAAAAAAADI/VVYqeWp49e8/s1600/Cb1VBm4XIAAhpiN.jpg
https://3.bp.blogspot.com/-HbTNX0o7rpM/VsvtRWqDYwI/AAAAAAAAADM/KDWAJCNvKaA/s1600/Cb1VBl8W4AAQqfy.jpg



lunedì 22 febbraio 2016

Anonymous Italia e LulzSec Italia attaccano il Senato come sostegno alla "Stepchild Adoption".


Dopo aver attaccato il Comune di Livorno, il Comune di Padova, l'ANPS, l'UIL Polizia, il SIAPOLil MIT ed il CSLP, al grido di #OpHomes contro gli sfratti e gli alloggi sfitti, ed aver cancellato il database della Regione Puglia, al grido di #OperationGreenRights, contro la realizzazione del Gasdotto Trans-Adriatico, (noto anche con la sigla TAP), le divisioni italiane della legione Anonymous e del gruppo LulzSec sono tornati in azione prendendo di mira ed effettuando un cosiddetto "TangoDown" contro il sito del Senato della Repubblica per mostrare il loro sostegno alla "Stepchild Adoption". Difatti nel comunicato pubblicato, come al solito, sul loro blog ufficiale gli hacker hanno scritto: «Salve Senatori, Noi siamo Anonymous & LulzSec. Giudicarvi è sempre difficile, le vostre scelte rispecchiano quello dell’elettorato, e quindi il partito politico di appartenenza che nella nostra Repubblica può cambiare un numero illimitato di volte nel corso del proprio mandato a indiscrezione dei propri tornaconti. Ma a questo ormai i cittadini italiani sono abituati, quando li tradite, li derubate, li sfrattate o li schiavizzate. Ma c'è sempre uno spiraglio in voi di compiacimento e volontà nel poter distruggere le speranze nel nostro Paese. Se gli italiani erano abituati ad assistere alla distruzione di sogni, progetti, ambizioni e paesaggi, ancora non avevano assistito alla distruzione di diritti. I Diritti rendono un uomo o donna che sia libero, autonomo e con la possibilità di poter vivere sognando nuovi traguardi. Fate promesse e parlate nelle televisioni nei giornali nelle piazze, ma solo a fini populistici solo per sporca, bugiarda e noiosa propaganda elettorale dimenticando che le vostre stronzate elettorali si ripercuoto sulla vita di persone e non su fogli o dati statistici sempre più truccati. Vi appellate alle religioni, ad una adorazione di Dio o dei o messia di ogni tipo per imporre dogmi che tolgono libertà e pensieri». Ed hanno poi proseguito: «Abbiamo assistito alle più disperate frasi sulla chiesa cattolica e sulla Famiglia di Dio formata da un Uomo ed una Donna. Ma la Domenica leggete nei vostri testi che il vostro Dio giudicherà chiunque sulle proprie azioni, bisogna temerlo ed amare il prossimo. Come pensate che vi giudicherà per il disprezzo verso milioni di umani, disprezzo per l'amore e la convivenza? Queste frasi o dogmi vanno bene solo per far guadagnare soldi alla Chiesa Romana, perché è quello l'unico vero Dio che amate: il Dio denaro; ma nella realtà non vi interessa niente di amore, pace, fratellanza ma solo denaro, posizione sociale e le altre cagate che vi siete creati da una mente malata». E gli hacker hanno, infine, concluso scrivendo: «Non necessitiamo più di chiedere a persone come Voi. Pretendiamo che il "DDL Cirinnà" venga approvato come è stato concepito quindi con la "Stepchild Adoption" senza giochi infantili che definite politici».


domenica 21 febbraio 2016

Scoperto che spesso il "parmesan" potrebbe essere rinforzato con trucioli di legno.


A quanto pare il "parmesan", il simil-parmigiano venduto in America grattato e garantito puro al 100%, in molti casi sarebbe rinforzato con trucioli di legno; o almeno questo è quanto ha scoperto di recente la Food and Drug Administration, (nota anche con la sigla FDA). In pratica le indagini risalgono al 2012, quando l'agenzia governativa americana per il controllo sui prodotti alimentari e clinici visitò il laboratorio di formaggi "Castle Cheese" in Pennsylvania, scoprendo, appunto, che l'azienda metteva in commercio nelle principali catene di negozi alimentari USA il suo "parmesan", al quale aggiungeva però della cellulosa; motivo per il quale la "Castle Cheese" di Michelle Myrter adesso rischia una multa di 100.000 dollari per frode. Tuttavia pare proprio che questo non sia l'unico caso: secondo Neal Schuman, titolare dell'Arthur Schuman inc., il più grande distributore di formaggi italiani stagionati in USA, almeno il 20% della produzione USA di formaggi avrebbe etichette fraudolente o non del tutto accurata. Al riguardo lo stesso Neal Schuman ha dichiarato: "Il fatto che nel formaggio grattugiato meno del 40% del prodotto sia un prodotto caseario è grave. I consumatori sono innocenti, e non stanno ottenendo quello che si aspettavano quando hanno pagato. È sbagliato". Inoltre, secondo Dean Sommer, esperto del Center for Dairy Research, la cellulosa è un additivo non dannoso, se ad un livello compreso tra il 2% ed il 4%. Tuttavia, come spiegato, in alcuni casi i livelli dei prodotti analizzati sarebbero superiori: l'Essential Everyday 100% Grated Parmesan Cheese, dalla catena Jewel-Osco, ne contiene l'8,8%; il Great Value 100% Grated Parmesan Cheese dei negozi Walmart il 7,8%; il Whole Foods 365, che non dichiara la cellulosa tra gli ingredienti, è stato testato e ne contiene lo 0,3%; ed il Kraft ne ha il 3,8%. Ad ogni modo in merito alla vicenda la Coldiretti ha spiegato: "La presenza di trucioli di legno per arricchire i contenuti del Parmesan grattugiato statunitense smaschera l'inganno del falso "Made in Italy" che utilizza nomi che richiamano specialità nazionali di prestigio per spacciare produzioni di bassa qualità, quando non addirittura rischiose per la salute". Ed ha poi aggiunto: "Negli Stati Uniti il 99% dei formaggi di tipo italiano in vendita sono "tarocchi" , nonostante il nome richiami esplicitamente le specialità casearie più note del Belpaese, dal Parmesan alla Mozzarella, dalla Ricotta al Provolone, dall'Asiago, al Romano. Uno scippo che riguarda anche denominazioni tutelate dall'Unione Europea con la produzione di Parmesan statunitense che ha raggiunto i 144 milioni di chili, ovvero circa la metà di quello originale realizzato in Italia". Mentre la Coldiretti ha poi precisato: "Peraltro le esportazioni di formaggi italiani originali si sono fermate nel 2014 a circa 28 milioni di chili in calo del 6% rispetto all'anno precedente, anche a causa della concorrenza sleale delle imitazioni". Mentre ha, infine, concluso sottolineando: "Ma se i nomi dei prodotti "simil-italiani" sono gli stessi, le caratteristiche sono invece profondamente differenti, perché i formaggi "Made in Italy" originali devono rispettare rigidi disciplinari di produzione ed un sistema di controlli che non ha eguali".


Anonymous Italia e LulzSec Italia cancellano il database della Regione Puglia contro la costruzione del TAP.


Dopo aver attaccato il Comune di Livorno, il Comune di Padova, l'Associazione Nazionale della Polizia di Stato, (nota anche con la sigla ANPS), il Sindacato dei Poliziotti, (conosciuto anche come UIL Polizia), il Sindacato Autonomo della Polizia Locale, (noto anche con la sigla SIAPOL)il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, (noto anche con la sigla MIT), ed il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, (conosciuto anche con la sigla CSLP), al grido di #OpHomes contro gli sfratti e gli alloggi sfitti, alcune ore fa la divisione italiana della popolare legione Anonymous e quella dell'altrettanto noto gruppo LulzSec sono tornati all'attacco, questa volta sotto quella che è stata definita #OperationGreenRights, prendendo di mira, rendendo pubblici alcuni dump ed addirittura cancellando l'intero database del sito della Regione Puglia, (il quale attualmente risulta essere ancora in manutenzione), nonché mettendo fuori uso, (ossia effettuando il solito TangoDown), il sito degli Affari Regionali, per esprimere il loro dissenso sulla realizzazione del Gasdotto Trans-Adriatico, (noto anche con la sigla TAP). Difatti nel breve comunicato in cui gli hacker hanno rivendicato e motivato l'attacco, (pubblicato come di consuetudine sul blog ufficiale di Anonymous Italia), si può leggere: «Salve Cittadini Pugliesi, Noi siamo Anonymous & LulzSec. Negli ultimi tempi nel nostro Paese si stanno verificando sul piano ambientale scelte che pian piano stanno distruggendo innumerevoli paesaggi che prima potevano essere definiti come meraviglie dell'Italia e del mondo. Abbiamo assistito alla cementificazione con EXPO, alla deforestazione, ed adesso anche sul piano petrolifero, il nostro Governo si cimenta per tingere come fonte di guadagno, stuprando risorse naturali limitate e distruggendo luoghi e faune che rendono il nostro pianeta unico nel sistema solare. Ma se non bastasse, l'interesse alla moneta è più forte della salute e della conservazione paesaggistica. Se infatti nell'Adriatico troviamo le petroliere, nel mediterraneo il nostro Governo, agevolato da una mancanza politica nel territorio, (Brindisi e dintorni), insieme a quello Russo, si è prestato pensato ad iniziare una installazione di tubi lunghi km fin alla Russia per il trasporto di Gas». E gli hacker hanno, infine, concluso scrivendo: «Basta cavi, cemento o ferro. Basta distruggere il mare, già turbato dalle vostre petroliere e dalle imbarcazioni. Chiediamo ai Cittadini della zona di mobilitarsi per prevenire una distruzione del paesaggio Pugliese, di dire No al Governo e scegliere per la propria regione quali politiche adottare e quali infrastrutture adoperare. #OperationGreenRights, Anonymous & LulzSec rivendicato il loro NO alla costruzione del gasdotto in Puglia».