|  

sabato 22 luglio 2017

Facebook starebbe lavorando ad un dispositivo modulare.


A quanto pare Building 8, la divisione "segreta" di Facebook guidata da Regina Dugan, starebbe sviluppando uno smartphone modulare o comunque un progetto legato a questo mondo. O almeno questo è quello che hanno fatto sapere alcune indiscrezioni circolate in questi giorni in Rete, le quali hanno messo in evidenza un brevetto depositato dalla stessa società presso lo United States Patent and Trademark Office, (noto anche USPTO), e pubblicato qualche giorno fa, che mette in mostra, appunto, un dispositivo modulare elettromagnetico che, secondo i suoi ideatori, "può incorporare un speaker, un microfono, uno schermo touch, il GPS e anche funzionare come telefono, in modo da poter risolvere il problema dell'elettronica tradizionale costosa e sprecata dei consumatori che acquistano un dispositivo che possono utilizzare solo per un paio di anni perché poi diventa obsoleto". Per entrare un po' più nel dettaglio il brevetto in questione descrive sia un smartphone che uno smart speaker perciò non è ben chiaro in che misura Facebook stia davvero lavorando su di un progetto di un dispositivo modulare; anche se ci sono un certo numero di segnali che indicano un interesse crescente di Building 8 per questa categoria di prodotti. Ad esempio, la stesa Regina Dugan recentemente si è già occupata di prodotti modulari: prima di approdare a Facebook, era responsabile della divisione Advanced Technology and Projects di Google, dove ha sviluppato il famoso Project Ara, smartphone modulare chiamato che era arrivato sino ad un vero e proprio test pilota prima che di essere cancellato. Tra l'altro dopo essersi unita al team di Facebook per dirigere Building 8 all'inizio dell'anno, la donna d'affari ha iniziato a seguire un certo numero di altri progetti misteriosi: tra questi, sempre secondo alcune voci, ci dovrebbe essere anche quello che vede la realizzazione di un'interfaccia uomo-macchina che permetterebbe alle persone di digitare parole con il solo ausilio del pensiero. Ma non è tutto all'interno di Building 8 lavora anche Bernard Richardson che in passato si è occupato dello smart speaker Amazon Echo; mentre le varie indiscrezioni, hanno fatto sapere che esiste un certo numero di membri del team di Project Ara i quali ora starebbero lavorando con Facebook sempre dentro la suddetta divisione. Per di più le varie fonti riportano che la tecnologia descritta nel brevetto è stata sviluppata in primo luogo dagli ex-membri della startup Nascent Objects, società che utilizzava la stampa 3D per la realizzazione veloce dei gadget modulari prima che fosse, infine, acquistata dallo stesso Facebook lo scorso Settembre.

Di seguito alcune immagini del suddetto brevetto:
http://www.telegraph.co.uk/content/dam/technology/2017/07/21/Facebook-modular-phone-xlarge_trans_NvBQzQNjv4BqYDsL8QGx-5AcveSNQFCr6dCDvIoIfUP-Lu0UmFMTpZA.png
https://charter97.org/photos/galleries/2017/gi-30716-152456-big.jpg
https://hothardware.com/ContentImages/NewsItem/41599/content/Facebook_Device2.jpg
https://static.dezeen.com/uploads/2017/07/facebook-files-patent-modular-smartphone-technology-news_dezeen_col-852x1025.jpg
https://41dcdfcd4dea0e5aba20-931851ca4d0d7cdafe33022cf8264a37.ssl.cf1.rackcdn.com/17191774_facebook-working-on-project-ara-style_t56c25236.jpg



venerdì 21 luglio 2017

The Walking Dead: Il trailer ufficiale dell'8ª stagione al Comic-Con 2017.


In questi giorni, come ogni anno, presso il San Diego Convention Center sta avendo luogo il Comic-Con in occasione del quale, (oltre alle miriade di altre cose), è andato in scena nelle ultime ore il tanto atteso panel dedicato a The Walking Dead, (visibile per intero qui), dove è stato in anteprima mondiale il primo trailer dell'altrettanto attesa 8ª stagione, che farà il suo debutto il prossimo Ottobre. In pratica si tratta di un video un po' lento di circa 5 minuti, (visibile a fine articolo), che mostra principalmente come i protagonisti si stanno preparando e come affronteranno la grande guerra, (già preannunciata alla fine della 7ª stagione), che avverrà tra Rick ed il suo gruppo di sopravvissuti da una parte e Negan, Lucille ed i suoi Salvatori dall'altra. In sostanza il trailer in questione si apre con Negan che rivolgendosi a Padre Gabriel dice: "Spero tu abbia indossato il pannolone. Perché stai per cacarti addosso"; frase recitata anche all'inizio della scorsa stagione prima della brutale esecuzione di Abraham e Glenn e che potrebbe far pensare che, come avevano già anticipato alcune recenti voci di corridoio, il prete possa essere un'altra vittima di Lucille. Successivamente il video mostra Rick, Maggie, "Re" Ezekiel ed i loro rispettivi gruppi molto probabilmente durante i preparativi e l'attesa della suddetta grande guerra: in una scena si può vedere Dwight, (che molto probabilmente è passato quasi completamente dalla parte di Rick e sta lavorando come infiltrato per vendicarsi di Negan), con in mano un foglio nel quale si può leggere «Domani», cosa che potrebbe far presumere l'imminente attacco che i sopravvissuti sferreranno al gruppo di Salvatori; mentre in un'altra si vede qualcuno, (dai piccoli tatuaggi sulla mano e sul polso destro e dal fumo di sigaretta si può facilmente dedurre che si tratta di Daryl), che impugna una pistola con delle incisioni, (per la precisione 43), simili a quelle che i prigionieri fanno nei film per contare i giorni. Ad ogni modo il filmato prosegue a rilento mostrando tutti i vari personaggi, appunto, durante i preparativi per il combattimento, (tra cui Jesus intendo a nascondere quella che sembra essere una bomba fatta in casa), con in sottofondo la voce di Rick che recita quello che sembra essere un discorso di motivazione prima della battaglia, nel quale dice: "Quando l'ho incontrato la prima volta, Jesus mi ha detto che il mio mondo sarebbe diventato molto più grande. Abbiamo trovato quel mondo. Ci siamo trovati. Quel mondo più grande è nostro di diritto. Coloro che sfruttano, prendono ed uccidono, noi li finiamo". Il discorso si interrompe per mostrare "Re" Ezekiel e Jerry ricoperti dei sangue durante la fase di combattimento, (scena che nel fumetto si rivela essere molto sanguinaria e brutale per il "Re", la tigre Shiva ed i suoi sudditi): in questo momento il residente del Regno si rivolge verso il suo "padrone" dicendogli "Grazie sua Maestà, per essere un tipo così in gamba". Subito dopo il discorso di Rick riprende, recitando: "Con tutto quello per cui abbiamo battuto, tutto quello che abbiamo sopportato, tutto quello che abbiamo superato, tutto quello che siamo diventati... non importa cosa verrà dopo, noi abbiamo vinto. Abbiamo già vinto!". A questo punto il trailer in questione inizia con il mostrare le varie scene di combattimento e tra spari ed esplosioni si può vedere una sequenza in cui sembra proprio che il gruppo di Rick stia cercando di usare i "vaganti" come distrazione/arma, indirizzandoli verso la residenza dei Salvatori. In tutto questo, (oltre a Morgan che stranamente attacca Jesus), viene mostrata Maggie, ormai salita al comando di Hilltop, intenta anche lei a motivare i suoi uomini con un discorso che recita: "Dobbiamo mantenere la fiducia l'uno dell'altro. Se possiamo tenerci stretto tutto quello che abbiamo, il futuro è nostro. Il mondo è nostro!". Tuttavia nel video, (oltre ad un Negan furioso che sbatte violentemente la sua Lucille sul tavolo), si può vedere come qualcuno sia stato catturato e rinchiuso in un container in mutande e con le mani legate: secondo alcuni, dalla fisionomia, i capelli e la barba potrebbe trattarsi di Rick; anche se potrebbe facilmente trattarsi di qualcun altro, considerato che la scena è molto scura ed il personaggio non si vede bene. In ogni caso, dopo tutte le esplosioni, le sparatorie, i combattimenti contro i "vaganti" ed gli inseguimenti automobilistici, il trailer si conclude con quella che forse è la scena più interessante e che sta facendo nascere diverse teorie: si tratta di una sequenza in cui viene mostrato un Rick molto invecchiato con capelli bianchi e corti ed una lunga barba bianca; nella scena viene mostrato anche un bastone appoggiato alla porta, il che potrebbe far capire che per qualche motivo l'ex vice-sceriffo ne abbia bisogno. Tra l'altro, come già spiegato si tratta di una scena che ha scatenato sin da subito le teorie dei fan: secondo alcuni, il fatto che questo Rick si trova su un letto e che al suo fianco ci siano dei fiori, (come nella prima puntata della prima stagione), andrebbe a rafforzare la teoria secondo cui Rick è rimasto in coma per tutto questo tempo e quello che si è visto in questi anni è soltanto un suo sogno. Mentre secondo altri potrebbe trattarsi di una sorta di easter egg inserito per festeggiare il raggiungimento del 100° episodio; invece un altra teoria vedrebbe la serie Tv fare un salto temporale nel futuro, proprio come avviene nel fumetto. Comunque sia è ancora troppo presto per affermare con certezza cosa succederà e per scoprire cosa significhino tutte queste immagini e cosa i produttori hanno in serbo per i fan bisognerà aspettare il prossimo 22 Ottobre, (il 23 qui in Italia), quando l'8ª stagione farà finalmente il suo debutto con quello che sarà, appunto, il 100° episodio.

Di seguito il banner per il 100° episodio:
https://pbs.twimg.com/media/DE92yYzXcAA-qVp.jpg
...la prima locandina dell'8ª stagione:
https://static.gamespot.com/uploads/original/1557/15576725/3262042-twds8cc_36x24_panelposter_fm1_revised_lr.jpg
 ...ed il suddetto trailer:




giovedì 20 luglio 2017

LINKIN PARK: Il cantante Chester Bennington muore suicida all'età di 41 anni.


Scioccanti notizie arrivano dal mondo della musica, ed in particolare del rock: come riportato nelle ultime ore dal sito TMZ, e confermato successivamente dal coroner della Contea di Los Angeles, Chester Bennington, frontman dei Linkin Park, purtroppo si è suicidato all'età di soli 41 anni lasciando la moglie, l'ex-moglie ed i 6 figli, oltre che ad una grande eredità musicale apprezzata da milioni di fan in tutto il mondo. In pratica, secondo le varie fonti, il suo corpo è stato trovato esanime quest'oggi da un suo impiegato poco prima le 9:00 del mattino, (ora locale: circa le 18:00 qui in Italia), presso la sua residenza di Palos Verdes Estates, (dove si trovava da solo, in quanto la sua famiglia era fuori città): la causa ufficiale della sua morte è stata l'impiccagione. Come noto, il cantante soffriva da anni di depressione e stava lottando contro la dipendenza da droghe pesanti, (dalle amfetamine alla cocaina, scoperte in giovane età, dopo la separazione dei genitori), ed alcool e, sempre secondo quanto riportato da TMZ, in passato aveva considerato di porre fine alla sua vita in quanto tormentato dal demone delle violenze sessuali subìte da bambino per mano di un uomo più grande di lui. Al riguardo durante un'intervista aveva spiegato: "Ha distrutto la fiducia in me stesso. Come la maggior parte delle persone avevo troppa paura di dirlo a qualcuno, non volevo che le persone pensassero fossi gay o che stessi mentendo. È stata un'esperienza orribile". Come se non bastasse, Chester Bennington era rimasto profondamente segnato anche dalla morte del suo caro amico Chris Cornell, (morto anch'esso suicida, impiccandosi nel bagno della stanza d'albergo a Detroit, lo scorso 18 Maggio, e che proprio oggi, 20 Luglio 2017, avrebbe compiuto 53 anni), tanto da dedicargli una lettera pubblicata su Twitter. Naturalmente in queste ore nei vari Social Network si stanno diffondendo moltissimi messaggi di cordoglio da parte dei fan, ma anche da parte dei suoi colleghi rockettari e non: tra questi il tweet di Mike Shinoda, fondatore, cantante e polistrumentista dei Linkin Park, nonché amico e collega di Chester Bennington, il quale ha confermato la notizia della morte, scrivendo: «Sono scioccato e distrutto, ma è vero. Pubblicheremo un comunicato ufficiale appena ne avremo uno». Inoltre anche Vicky Cornell, moglie del suddetto caro amico Chris, ha pubblicato un tweet, nel quale ha scritto: «Proprio quando pensavo che il mio cuore non si potesse rompere di più... ti voglio bene T». Ad ogni modo, come già anticipato, il cantante se ne va lasciando al mondo della musica brani che rimarranno nella storia del rock tra cui "In the End", "Crawling", "Faint", "One Step Closer", "What I've Done" e molti altri. Comunque sia per il momento non è dato sapere quale sarà il futuro della band nata nel lontano 1996: per saperlo bisognerà, infine, attendere il suddetto comunicato ufficiale che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.